Roma

Sponsor etici

15 novembre 2004

La Campagna "sponsor etici" per Roma ringrazia la maggioranza del Consiglio comunale per l'approvazione della delibera che introduce un regolamento sulle sponsorizzazioni etiche per il Comune di Roma.
Il testo votato il 15 novembre scorso in Consiglio recepisce a pieno le modifiche proposte dalla Campagna. Grazie alla vigilanza di Comitato etico di alto profilo si impedirà alle aziende responsabili di violazioni nei confronti dell'ambiente e dei diritti umani di ripulire la propria immagine attraverso la sponsorizzazione di eventi di grande successo.
"D'ora innanzi - sostiene Gianfranco Florio, uno dei promotori della campagna - qualora un'azienda volesse accostare il suo logo a quello del Comune di Roma a scopo pubblicitario, dovrà rispettare criteri etici ben definiti. Non saranno più accettate offerte di sponsorizzazione da parte di quelle imprese che sfruttano i lavoratori, intimidiscono i sindacati, sono responsabili di disastri ambientali o sostengono il commercio di armi.
A chiederlo - prosegue Florio - sono innanzitutto le duecento associazioni e cittadini che hanno sostenuto la Campagna in questi mesi forti della coscienza critica acquisita in questi anni".
Dopo alcune decisione importanti – quali l'esclusione della Nestlè dalla manifestazione Eurochocolate, il rifiuto di accettare i regali "interessati" dalla Nike, l'esclusione della Coca-Cola dalla manifestazione autunnale Enzimi e, negli scorsi giorni, dal Municipio Roma XI - l'attenzione del Comune di Roma nei riguardi del Consumo responsabile e dell'economia solidale, trova una sistemazione organica tramite questo strumento innovativo nell'ambito delle competenze amministrative.
È la prima volta per un'amministrazione pubblica locale. Siamo convinti che questo modello virtuoso di confronto, difficile ma possibile, tra istituzioni e società civile sarà d'esempio per iniziative analoghe in altri Comuni italiani".
"Ora - conclude Gianfrancio Florio - ci aspettiamo che il sindaco nomini il Comitato etico di alto profilo previsto dalla delibera e che questo sia messo nelle condizioni ideali per svolgere le funzioni che gli competono.
A Roma la società civile continuerà ad essere parte attiva nel dialogo instaurato con le istituzioni non solo con le Campagne di pressione-boicotatggio, ma anche con la creazione di un osservatorio indipendente sui comportamenti delle imprese.
Sempre il 15 novembre è stato approvato un ordine del giorno che impegna il sindaco e la giunta a estendere a criteri etici anche la scelta della banche per il servizio di tesoreria del Comune di Roma.

Il gruppo di lavoro sulla Commissione Etica del Tavolo dell'Altra Economia: Federica Battellini (Associazione Equoconsumo), Luigi Bertolo (Comitato Cambia lo Sponsor/ Lilliput Roma ) Alberto Castagnola (Formin-Rete Lilliput), Gianfranco Florio (Rete Romana Consumo Critico), Giulio Sardi (Comitato Cambia lo Sponsor), Riccardo Troisi (Pax Christi Roma – Rete Lilliput)

Info: http://www.mclink.it/personal/MC6065/RRCC/comunero

Ultimo numero

Quando le armi colpiscono le donne
OTTOBRE 2019

Quando le armi colpiscono le donne

In questo numero, il dossier è dedicato
al rapporto tra le mafie e la nonviolenza:
quali possibili risposte nonviolente
al potere criminale mafioso?
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.27