Bambini e psicofarmaci

Vi invitiamo a collegarvi al nuovissimo blog
http://www.bloggers.it/nondroghiamoibambini
a cura delle Segreterie Nazionali di CGD (Coordinamento Genitori Democratici) e PD (Società Italiana di Psichiatria Democratica).
Contiene l'appello nazionale per il ritiro del farmaco RITALIN nella cura della presunta “sindrome” ADHD (deficit di attenzione con iperattività) in bambini e adolescenti.
Il farmaco è solo la punta di un iceberg di immense proporzioni: con quale “cassetta degli attrezzi” si diagnosticano i disturbi di comportamento?
Quanti test QI sono ormai obsoleti? Perché si arriva con tanta facilità alla somministrazione di antidepressivi o simili in molteplici casi? E in questi casi viene fornita una corretta informazione ai genitori (e ai medici) sui rischi di abuso di tali farmaci?
Riceviamo ogni giorno testimonianze drammatiche su quanto avviene.
E poi c'è ancora molto da capire: quali connessioni legano industria degli psicofarmaci e OGM?
Quante tendenze al suicidio, quanti “effetti collaterali”, quanti passaggi alla tossicodipendenza si sono registrati nel mondo a causa di abuso di psicofarmaci in età infantile?
È in atto un movimento mondiale su tutto questo! La pillola della tranquillità pare avere un effetto breve, poche ore: finito l'effetto “calmante” in orario scolastico, cosa succede? Il rischio dipendenza, specie per il futuro, è elevatissimo.
Vogliamo allora intervenire sulle più immediate emergenze, chiedendo a gran voce il ritiro del decreto ministeriale del 2003, che passa il Ritalin da stupefacente a psicofarmaco somministrabile per le vie consuete.
Ma di qui inizia un percorso di lunga durata, che pone al centro dell'attenzione la ricollocazione del problema nei suoi termini reali: non esistono i bambini “cattivi” – la disattenzione non è una malattia – la soluzione non sarà mai una pillola per tranquillizzare – la scuola e la sanità pubbliche non sono strumento delle case farmaceutiche – occorre più sostegno scolastico e una pratica democratica nell'azione di psichiatria sociale verso scuole e famiglie.
Per questo vi chiediamo di aderire all'appello, di sostenerlo, di diffonderlo in ogni modo, di darne notizia.
Nel blog sono riportate anche storie esemplari: vedi la sezione STORIE dove è documentata l'azione UNILATERALE dell'Ufficio Scolastico Regionale Lazio a sostegno di chi sostiene l'esistenza della sindrome ADHD e del conseguente ricorso ai farmaci per i bambini.
Sul blog (vedi anche nell'ARCHIVIO) il comunicato stampa delle organizzazioni promotrici. Segue l'appello con le modalità di adesione. Sarà continuamente aggiornato con le adesioni, i messaggi, le testimonianze e quanto altro utile.
Tra le adesioni più importanti sono pervenute quella dell'On. Titti De Simone (PRC, VII Commisione Cultura Camera), della FLC CGIL nazionale (Sindacato Scuola, Università, Ricerca) e di molti psichiatri, pedagogisti, genitori e insegnanti.

Per maggiori informazioni o adesioni:
gufetto1955@libero.it

Ultimo numero

La notte che ha cambiato il mondo
NOVEMBRE 2019

La notte che ha cambiato il mondo

Un dossier dedicato al Muro.
Quel Muro che ha condizionato la storia.
La notte tra il 9 e il 10 novembre 1989 la gente piccona,
distrugge e abbatte il Muro di Berlino.
E finisce un'era, dando inizio a una nuova.
Più sicura?
Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

articoli correlati

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.29