Dossier

Dossier

Contro le mafie, oltre l’Italia
A cura di Tonio Dell’Olio e Cosimo Marasciulo


All’inizio ero solo

All’inizio qui ero solo
e poi con pochi, a tentare
di fermare le frane della gente
per radicarla salda a organizzarsi.
Sghignazzavano molti: “Cosa crede,
costruire dighe coi digiuni?
solo la violenza vince, è di natura”
schizzandomi saliva sulla faccia.
Per anni e anni i giovani
in tutto il mondo
hanno protestato
contro la vecchia scuola,
ora un impegno rivoluzionario
è riuscire a costruire
un nuovo centro educativo
ove il bambino arrivi
interessato per amore,
non a calci nel culo.
Molti i delusi: si laniano,
perché non si ripetono i digiuni.
E se, tra vent’anni...
Danilo Dolci



Sommario:


    5 Articoli
    • Non più coppola e lupara

      Il cancro della criminalità organizzata e le sue metastasi: il perché di un dossier sulle mafie, sulla legalità e sull’impegno sinergico delle istituzioni e delle realtà di base per combattere questa triste piaga. Non solo italiana.
      Tonio Dell’Olio
    • Sicurezza e crimine organizzato

      I progressi nelle costrizioni di legge e le altre organizzazioni per la sicurezza dei cittadini stanno fronteggiando la minaccia portata dal crimine organizzato?
      Sandro Calvani
    • Il grande flusso

      Lotta al crimine organizzato e strumenti concreti nel rapporto fra società civile e istituzioni internazionali.
      Come arginare questo illegale gigantesco giro d’affari.
      Monica Frassoni
    • Fermare i corrotti

      Di quali strumenti è dotata l’Europa per la lotta alla criminalità organizzata?
      Viaggio nella legislazione internazionale e nei diversi modi di applicarla.
      Vittorio Agnoletto
    • Giustizia innanzi tutto

      La nuova Europa tra prassi e leggi: alla scoperta di nuovi strumenti per un progetto di giustizia internazionale efficace e indipendente.
      A partire dal caso Kosovo.
      Alberto Perduca

    Ultimo numero

    Mediterraneo arca di pace?
    GENNAIO 2020

    Mediterraneo arca di pace?

    Un numero speciale, monografico,
    in occasione dell'incontro su
    "Mediterraneo, frontiera di pace",
    organizzato dalla Cei a Bari in febbraio 2020,
    e nello sfondo del messaggio di papa Francesco
    per la Giornata mondiale della Pace,
    "La pace come cammino di speranza:
    dialogo, riconciliazione e conversione ecologica".
    Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

    Ultimi Articoli

    • Quando si erode una comunità

      17 gennaio 2020 - Tonio Dell'Olio
    • Pace nel Mediterraneo
      PUGLIA, ARCA DI PACE

      Pace nel Mediterraneo

      L’arco dei forti si è spezzato? Dal documento dei vescovi della metropolia di Bari del 1988 a noi.
      In attesa dell’incontro tra papa Francesco e i vescovi del Mediterraneo, ricordiamo la forte denuncia di allora per confermare scelte di disarmo e di nonviolenza oggi.
      Mons. Giovanni Ricchiuti (Presidente di Pax Christi Italia, vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti )
    • Il paese dei curdi
      SOLUZIONE NONVIOLENTA DEI CONFLITTI

      Il paese dei curdi

      Chi sono? Quali origini hanno le richieste di autonomia curda?
      Quali violazioni dei diritti sono state compiute?
      Laura Filios (Osservatorio Diritti (www.osservatoriodiritti.it))
    • Occhi di donna
      CONVERSIONE ECOLOGICA

      Occhi di donna

      Laudato Si’ al femminile. Servono nuovi sguardi, cammini creativi per uno sviluppo integrale, che includa armoniosamente ogni persona.
      Paola Cavallari (Osservatorio interreligioso sulle violenze sulle donne - https://www.oivd.it)
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.31