Mosaico dei giorni

C'è una quotidianità dell'informazione che non ci soddisfa perchè ha un'agenda che non sempre (quasi mai!) corrisponde alle priorità della gente e dei popoli.
C'è una verità troppo spesso nascosta tra le pieghe dei fogli di giornale o che incespica tra le parole dello speaker televisivo.
C'è un commento dei fatti che contano veramente che vogliamo rileggere con l'unico filtro che conosciamo.
Quello degli sconfitti, delle vittime, della pace, della gente...
"Avendo in corpo l'occhio del povero" - avrebbe detto don Tonino Bello.
Per questo lanciamo questa nuova rubrica "feriale", ovvero un commento breve che, come Mosaico di pace, ripesca un fatto per riproporlo all'attenzione dei lettori con una luce nuova, con una sensibilità che scommettiamo condivisa.
E se così non fosse è destinata ad aprire riflessione e dibattito.
Pertanto quotidianamente proporremo un commento - breve quanto un'annotazione - su qualcosa che rischierebbe di passare altrimenti inosservato.
Sarà curato dalla redazione e specificatamente da Tonio Dell'Olio.
Speriamo incontri il gradimento e il favore di chi cerca di lasciarsi provocare per non fermarsi mai alla scorza degli avvenimenti ma di cercarne la linfa per attingere nuovi motivi di impegno.

Chi desidera ricevere quotidianamente Mosaico dei giorni può contattare l'ufficio abbonamenti, all'indirizzo: abbonamenti@mosaicodipace.it


1541 Articoli - pagina 1 ... 70 71 72 ... 78
pagina 71 di 78 | precedente - successiva

Ultimo numero

Il potere dei segni
MAGGIO 2019

Il potere dei segni

Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

Ultimi Articoli

  • Convertiti, rassegnati e opportunisti

    20 maggio 2019 - Tonio Dell'Olio
  • Se verrà la guerra

    “Se verrà la guerra, Marcondiro'ndero, sul mare e sulla terra chi ci salverà?”
    20 maggio 2019 - Renato Sacco (Coordinatore nazionale di Pax Christi)
  • I desaparecidos del Sahara
    ULTIMA TESSERA

    I desaparecidos del Sahara

    Ci preoccupano solo i numeri di coloro che sbarcano in Italia.
    Ma cosa accade oltremare?
    I migranti sono volti, persone, con storie laceranti che lasciano intravedere le gravi violazioni di diritti umani. In Libia, per esempio.
    Nello Scavo (Giornalista di Avvenire, reporter internazionale – www.nelloscavo.com/)
  • Prima che gridino le pietre
    PRIMO PIANO LIBRI

    Prima che gridino le pietre

    Dal colonalismo allo sfruttamento, arginiamo la violenza, apriamo i porti, lasciamo spazio alla compassione. L’ultimo libro di Alex Zanotelli e l’appello alla nostra umanità.
    Adriana Baldini
Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.20