Dossier

Dossier

Sulla cresta dell’onda.
Che fine farà la scuola italiana?

A cura di Cristina Mattiello


È una mobilitazione straordinaria: un’Onda anomala che non intende fermarsi.
Facciamo crescere l’Onda. Facciamo crescere la voglia di lottare.
Ci vogliono idioti e rassegnati, ma noi siamo intelligenti
e in movimento e la nostra Onda andrà lontano!



Sommario:


    7 Articoli
    • Racconto di una rivolta

      Perché nei mesi scorsi vi è stata una così grande mobilitazione nelle scuole e nelle università italiane, a seguito della proposta di riforma Gelmini? L’Onda anomala che val la pena di essere raccontata.
      Cristina Mattiello
    • Ritorno al passato

      La proposta di legge presentata dall’on.le Aprea sconvolge la scuola pubblica italiana, trasformandola in luoghi di combattimento. Per i soggetti più fragili e più importanti della nostra società: i bambini.
      Cristina Mattiello
    • Le ragioni dell’Onda

      Cosa ha mosso i giovani a protestare in modo organizzato di fronte alla riforma Gelmini
      che ridisegnava una scuola diversa?
      Giulia Lavinia Specchia
    • Il ritorno infausto del grembiule

      La riforma della scuola elementare nei suoi aspetti pratici: la voce delle insegnanti.
      Viviana Vuoso
    • Il maestro unico

      Il processo di apertura e di democratizzazione della scuola pubblica, iniziato con i decreti delegati, rischia di essere vanificato: come si potrà rispondere alla complessità della società odierna?
      Alessandra Tassi, Serena Menichelli, Fabrizio Faitelli
    • Classi ponte? No grazie!

      La proposta della Lega di costituire classi differenziate per Paesi non risponde ad alcun criterio didattico e aumenterà discriminazioni e isolamento di alcuni bambini.
      Simonetta Salacone
    • Gentori unici

      Per continuare a pensare la scuola: il movimento degli insegnanti e dei genitori della scuola primaria.
      Maria Cristina Zerbino

    Ultimo numero

    Mediterraneo arca di pace?
    GENNAIO 2020

    Mediterraneo arca di pace?

    Un numero speciale, monografico,
    in occasione dell'incontro su
    "Mediterraneo, frontiera di pace",
    organizzato dalla Cei a Bari in febbraio 2020,
    e nello sfondo del messaggio di papa Francesco
    per la Giornata mondiale della Pace,
    "La pace come cammino di speranza:
    dialogo, riconciliazione e conversione ecologica".
    Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

    Ultimi Articoli

    • Disuguaglianze

      20 gennaio 2020 - Tonio Dell'Olio
    • Quando si erode una comunità

      17 gennaio 2020 - Tonio Dell'Olio
    • Pace nel Mediterraneo
      PUGLIA, ARCA DI PACE

      Pace nel Mediterraneo

      L’arco dei forti si è spezzato? Dal documento dei vescovi della metropolia di Bari del 1988 a noi.
      In attesa dell’incontro tra papa Francesco e i vescovi del Mediterraneo, ricordiamo la forte denuncia di allora per confermare scelte di disarmo e di nonviolenza oggi.
      Mons. Giovanni Ricchiuti (Presidente di Pax Christi Italia, vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti )
    • Il paese dei curdi
      SOLUZIONE NONVIOLENTA DEI CONFLITTI

      Il paese dei curdi

      Chi sono? Quali origini hanno le richieste di autonomia curda?
      Quali violazioni dei diritti sono state compiute?
      Laura Filios (Osservatorio Diritti (www.osservatoriodiritti.it))
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.31