Dossier

Dossier

Viaggio nella memoria
Gli anni di piombo e lo sguardo delle vittime
A cura di Alberto Conci e Natalina Mosna


Osservando quello che è accaduto negli anni Settanta
ci troviamo di fronte a persone che erano convinte
che la violenza fosse uno strumento inevitabile
per affermare qualcosa di ‘più alto’.
Il problema è duplice:
individuare esattamente quale sia questo ideale
e chiedersi se un mezzo come la scelta di uccidere
sia giustificabile per raggiungerlo.
Vittorio Bosio

    5 Articoli
    • Sedie vuote

      Un percorso di lettura degli anni di piombo a partire dalle vittime.
      Alberto Conci, Paolo Grigolli, Natalina Mosna
    • Quegli anni controversi

      Che differenza c’è tra la ricostruzione di eventi e la memoria storica?
      A colloquio con Benedetta Tabagi, figlia di Walter, vittima del terrorismo degli anni Ottanta.
      Andrea Conci
    • Il profumo della libertà

      La voce di una vita per la giustizia, per la democrazia, per la vita della Costituzione: un magistrato che ha lottato contro il terrorismo così come contro le mafie.
      Giancarlo Caselli
    • Con lo sguardo basso

      Quando le vittime hanno la forza di entrare in carcere, la pena acquista improvvisamente senso.
      Ornella Favero
    • Saldare il cielo con la terra

      Troppi battesimi di sangue hanno bagnato la storia. La violenza non fa altro che distruggere ciò che sostiene di difendere: la dignità, la vita, la libertà degli esseri umani.
      Annachiara Valle

    Ultimo numero

    La notte che ha cambiato il mondo
    NOVEMBRE 2019

    La notte che ha cambiato il mondo

    Un dossier dedicato al Muro.
    Quel Muro che ha condizionato la storia.
    La notte tra il 9 e il 10 novembre 1989 la gente piccona,
    distrugge e abbatte il Muro di Berlino.
    E finisce un'era, dando inizio a una nuova.
    Più sicura?
    Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

    Ultimi Articoli

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.29