Dossier

Dossier

L’Italia, le spese militari, le armi
Dal welfare al warfare
A cura di Francesco Martone


Mentre il SIPRI presenta
il suo ultimo rapporto
sulle spese militari
e a New York
i rappresentanti dei governi
si riuniscono per negoziare
il trattato ONU
sul commercio di armi,
proponiamo di ricostruire
un percorso collettivo di disarmo.
A partire dalla lettura e analisi
di quanto oggi si investe in armamenti.
E di cosa si propone
in ambito di difesa e sicurezza.
    5 Articoli
    • Quale difesa?

      Lo strumento militare tra costi, ridefinizioni e prospettive. Un dossier al crocevia tra interessi delle industrie armiere, scelte politiche in materia di difesa e possibilità di riconversione. Di un modello di sviluppo innanzitutto.
      Francesco Martone
    • Svuotare gli arsenali

      Crisi economica, spesa pubblica e militare.
      Giulio Marcon
    • Modelli di difesa

      Disegno di legge-delega di Di Paola: colpo mortale alla Costituzione e al portafogli degli italiani.
      Massimo Paolicelli
    • Tra armi e lavoro

      Ha qualche fondamento il binomio armi-occupazione? I dati lo smentiscono.
      E si può, invece, riprendere a parlare di riconversione. Anche dell’industria bellica.
      Gianni Alioti
    • Il passo indietro di Morellato

      Un’altra economia è possibile. Ce lo dice un’azienda italiana che ha deciso di non contribuire al rafforzamento di tecnologie militari.
      Alberto Zoratti

    Ultimo numero

    Con una matita in mano
    FEBBRAIO 2018

    Con una matita in mano

    La politica deve ritrovare il suo spazio.
    Nell’antica “agorà”, luogo privato e pubblico al tempo stesso, l’uomo occidentale potrà tornare a interrogarsi e le sofferenze private potranno essere finalmente pensate e vissute come problemi condivisi, comuni e politici.
    Zygmund Bauman
    abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

    Ultimi Articoli

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.5.7