Dossier

Dossier

L’Italia, le spese militari, le armi
Dal welfare al warfare
A cura di Francesco Martone


Mentre il SIPRI presenta
il suo ultimo rapporto
sulle spese militari
e a New York
i rappresentanti dei governi
si riuniscono per negoziare
il trattato ONU
sul commercio di armi,
proponiamo di ricostruire
un percorso collettivo di disarmo.
A partire dalla lettura e analisi
di quanto oggi si investe in armamenti.
E di cosa si propone
in ambito di difesa e sicurezza.
    5 Articoli
    • Quale difesa?

      Lo strumento militare tra costi, ridefinizioni e prospettive. Un dossier al crocevia tra interessi delle industrie armiere, scelte politiche in materia di difesa e possibilità di riconversione. Di un modello di sviluppo innanzitutto.
      Francesco Martone
    • Svuotare gli arsenali

      Crisi economica, spesa pubblica e militare.
      Giulio Marcon
    • Modelli di difesa

      Disegno di legge-delega di Di Paola: colpo mortale alla Costituzione e al portafogli degli italiani.
      Massimo Paolicelli
    • Tra armi e lavoro

      Ha qualche fondamento il binomio armi-occupazione? I dati lo smentiscono.
      E si può, invece, riprendere a parlare di riconversione. Anche dell’industria bellica.
      Gianni Alioti
    • Il passo indietro di Morellato

      Un’altra economia è possibile. Ce lo dice un’azienda italiana che ha deciso di non contribuire al rafforzamento di tecnologie militari.
      Alberto Zoratti

    Ultimo numero

    Nell'era della globalizzazione
    NOVEMBRE 2017

    Nell'era della globalizzazione

    Tutto diventa globale e il “pensiero unico” occidentale si materializza
    come intreccio di poteri e forme di dominio…
    Nell’arena globale, le multinazionali ricoprono il vuoto lasciato
    dallo Stato-nazione e questo è il più grave danno
    per ogni sforzo di democrazia.
    Noam Chomsky
    abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

    Ultimi Articoli

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.5.6