Dossier

Dossier

Il nostro diritto all’Europa
Verso le elezioni europee:
le urgenze, le priorità,
i diritti, le riforme necessarie.
A cura di Tonio Dell’Olio


Le elezioni europee del maggio 2014
rifletteranno sul profondo disagio sociale
in cui versano oggi gran parte
degli Stati europei
e le loro popolazioni.
L’insostenibilità dell’Europa della finanza
e dei mercati diverrà evidente
anche ai tecnocrati dell’austerity:
è importante tenere aperto lo spazio
di un’altra Europa,
quella democratica e partecipata.
Quella dei diritti e del lavoro.
Appello comune per un’altra
politica economica per l’Europa



    5 Articoli
    • Più Europa per tutti

      Apriamo un dibattito sul sogno europeo, per garantire ai cittadini più diritti, più libertà, più lavoro.
      Le difficoltà, gli ostacoli, e i passi da compiere. A colloquio con Virgilio Dastoli.
      Intervista a cura di Rosa Siciliano
    • L'Europa economica

      Dal sogno di un’unione monetaria che potesse implicare libertà di movimento e diritti per tutti, alla realtà
      di oggi in cui la finanza e i mercati minano la vita dignitosa di tanti. Come chiedere all’Europa di ripensare
      criticamente il proprio percorso d’integrazione?
      Mario Pianta
    • Giano bifronte

      L’Unione Europea tra diritti e profitti.
      Accordi commerciali, paradisi fiscali, evasione e vincoli da rispettare.
      Come rimettere ordine in questa nostra Europa per far sì che i diritti siano garantiti a tutti?
      Vittorio Agnoletto
    • Per cambiare gioco

      Il braccio di ferro tra good governance e democrazia da un lato e interessi economici dall’altro.
      Quali sono state le maggiori contraddizioni delle politiche europee?
      Luisa Morgantini
    • Un gigante dai piedi di argilla

      Quale politica della difesa europea?
      Come garantire sicurezza a popolazioni e territori in una prospettiva non aggressiva?
      Maurizio Simoncelli

    Ultimo numero

    Ponti
    SETTEMBRE 2019

    Ponti

    Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
    non potevano superare i burroni e gli abissi
    per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
    spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
    Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
    Ivo Andrić
    Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

    Ultimi Articoli

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26