Dossier

Dossier

L’inquietudine creativa di Bergoglio
Un papa di nome Francesco
A cura di Sergio Paronetto


In queste pagine proviamo
a tracciare un bilancio
di questo pontificato.
Papa Francesco e la pace,
i poveri, gli emarginati, i migranti.
E i semi di speranza e di cultura
di accoglienza e dialogo
che Egli semina.
Per arginare la cultura dominante
dello scarto. E della guerra.


    5 Articoli
    • La pace un luminoso poliedro

      È trascorso più di un anno da quando Bergoglio è divenuto Papa. Proviamo a rileggere i segni,
      le parole, i simboli di un papato innovativo e profumato. Di grazia e di responsabilità.
      Sergio Paronetto
    • Vescovo di Roma

      Francesco è venuto dalla fine del mondo per servire. Per portare veramente una buona novella. Ai diseredati e ai poveri, prima di tutto. Il tema della gerarchia, della pace, del potere e della coerenza evangelica nel ministero petrino di Bergoglio.
      Giovanni Giudici
    • Figlie di Antigone

      Parole e pratiche delle donne: la pace come stile di relazione nel conflitto.
      Lucia Vantini
    • I gesti e le pietre

      Francesco a Gerusalemme: segni, gesti, discorsi lungo lo snodo strategico religione-terra-pace.
      Brunetto Salvarani
    • Un Papa contromano

      Dal non rubare al non uccidere. Dalla guerra alla pace. Dall’invito all’autocritica all’analisi strutturale del nostro sistema economico e culturale.
      Domenico Rosati

    Ultimo numero

    Ponti
    SETTEMBRE 2019

    Ponti

    Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
    non potevano superare i burroni e gli abissi
    per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
    spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
    Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
    Ivo Andrić
    Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

    Ultimi Articoli

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26