Dossier

Dossier

La Riforma e l’Evangelo della Pace
Violenza e nonviolenza nella Riforma
A cura di Lidia Maggi


Facciamo memoria dei 500 anni della Riforma,
senza dimenticare la zona d’ombra
e le domande aperte:
perché l’Evangelo della Pace
è stato talora interpretato
nel segno dell’inimicizia
e della risoluzione violenta del conflitto?
Quale il contributo della nonviolenza
nella storia della Riforma?
Viaggio nei 500 anni di storia della Riforma
per riscoprire i suoi frutti gustosi,
come il movimento ecumenico,
la centralità della Parola, l’unità nella pluralità.


    6 Articoli
    • Not for sale!

      La fede non è in vendita! Questo lo slogan scelto dalla Federazione Mondiale Luterana per l’anniversario della Riforma. Ripartiremo dalla Parola, dalla centralità dell’Evangelo della Pace.
      Lidia Maggi
    • La Parola e la nonviolenza

      Quanto la nonviolenza ha intrecciato il cammino della Riforma? La Pace, la nonviolenza sui sentieri della storia delle Chiese nate dalla Riforma di Lutero.
      Intervista al teologo Paolo Ricca.
      Intervista a cura di Rosa Siciliano
    • Riforme e dissensi

      Anabattismo e nonviolenza: l’esempio della piccola comunità di Zollikon.
      Massimo Aprile
    • Un po' di storia

      Alcune tappe importanti della storia della Riforma. Date, nomi, avvenimenti in pillole di un capitolo di storia che ha cambiato il volto del mondo.
      Alberto Conci
    • Frontiere

      Come si coniuga oggi fede, nonviolenza e migranti? La violenza della frontiera e l’alternativa dei Corridoi Umanitari. Una proposta in atto della Federazione
      delle Chiese Evangeliche in Italia.
      Marta Bernardini e Francesco Piobbichi
    • Gallo Verde

      La responsabilità di custodire il creato è un impegno preciso per tutti.
      Per i credenti, innanzittutto.
      E si trasforma in un progetto di ecologia integrale.
      Claudio Garrone

    Ultimo numero

    Nell'era della globalizzazione
    NOVEMBRE 2017

    Nell'era della globalizzazione

    Tutto diventa globale e il “pensiero unico” occidentale si materializza
    come intreccio di poteri e forme di dominio…
    Nell’arena globale, le multinazionali ricoprono il vuoto lasciato
    dallo Stato-nazione e questo è il più grave danno
    per ogni sforzo di democrazia.
    Noam Chomsky
    abbonatiscrivi ad alexscrivi alla redazione

    Ultimi Articoli

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.5.5