Dossier

Dossier

Corpo a corpo
A cura di Anna Scalori e Rosa Siciliano
Cosa è il corpo e in che modo
è condizionato dal tempo
e dalla cultura di un luogo?
È sempre riconciliato?
In queste pagine offriamo
alcuni sguardi possibili
su quanto più ci rappresenta all’esterno:
il corpo e le sue espressioni, i simboli
e i linguaggi che ci pongono in relazione.
Ma anche i limiti.
Perché è tempo di “recuperare il corpo
non come sommatore di organi
come vuole la scienza ma…
come ce lo descrive il mondo della vita”
(U. Galimberti)


    6 Articoli
    • Il corpo e il mondo

      Il corpo e il mondo

      Il corpo è ciò che ci fornisce i confini, ci definisce, ci costringe. Il perché di un dossier su un tema affascinante quanto complesso come il corpo.
      Anna Scalori
    • Corpi allo specchio

      Viaggio nella filosofia attraverso corpi viventi e in relazione tra loro. Nel tempo di corpi
      che “valgono” e corpi che non valgono nulla, ripartiamo dall'etica del volto.
      Alberto Conci
    • Automi

      L’agire meccanico e ripetitivo, l’impossibilità di prendersi cura di sé, lo sfruttamento riducono gli esseri umani ai loro corpi biologici. E nulla più.
      Sarantis Thanopulos
    • L'adamo e la terra

      Una lettura del rapporto tra noi e il corpo nella Parola.
      Adamo è collocato nell’Eden per prendersene cura e l’essere umano è parte della creazione. Ma che posto occupa la libertà interiore?
      Odile van Deth
    • Reclusi e ristretti

      Corpi detenuti. La pena carceraria è un allontanamento del corpo del condannato dal corpo sociale. Cosa accade e come si vive, in queste condizioni, la propria corporeità?
      Claudio Paterniti Martello
    • Creature

      Da san Francesco ci giunge l’invito a uno sguardo nuovo sul creato e su ciò che lo abita. Corpi in un corpo più grande che non possiamo assoggettare alla nostra sete di dominio.
      Chiara Ludovica

    Ultimo numero

    Ponti
    SETTEMBRE 2019

    Ponti

    Quando gli angeli si accorsero che gli sventurati uomini
    non potevano superare i burroni e gli abissi
    per svolgere le loro attività, al di sopra di quei punti
    spiegarono le loro ali e la gente cominciò a passare su di esse.
    Per questo la più grande buona azione è costruire un ponte.
    Ivo Andrić
    Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

    Ultimi Articoli

    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.26