Dossier

Dossier

Fuori dalle mafie
A cura di Vincenzo Sanfilippo

Nel 1992, Pax Christi si chiedeva: 
“è possibile una risposta nonviolenta 
organizzata al crimine mafioso? 
Quali strategie, quali processi attivare 
perché la lotta nonviolenta
giunga fino alle radici del potere mafioso?”.
Oggi riprendiamo una riflessione 
che ci sta ancora molto a cuore: 
lo sradicamento socio-economico 
e culturale delle mafie. 
Perché la criminalità organizzata
è uno dei più dolorosi e permeanti 
conflitti sociali che mina le nostre comunità.
E il silenzio è complice.


    6 Articoli
    • Non più complici

      Non più complici

      Come uscire dal sistema socio-economico, oltre che culturale, delle mafie?
      Per non essere più complici dobbiamo ritrovare voce e diventare strumento di riscatto e di comunità.
      Vincenzo Sanfilippo
    • Mafia e nonviolenza

      Quali strategie nonviolente saranno in grado di affrontare la complessità della mafia per toglierle consenso? Strade possibili di smilitarizzazione dei nostri territori dalle violenze delle mafie.
    • L'io, il noi e la mafia

      Quale lavoro può svolgere uno psicoterapeuta in paesi ad alta densità mafiosa?
      È possibile ipotizzare percorsi di giustizia riparativa per i reati di mafia?
      Intervista a Giusy Cannizzaro.
      A cura di Vincenzo Sanfilippo
    • Rompere la catena

      “Mio padre ha agito per amore, per amore dei suoi figli. Capiva che noi saremmo stati condannati e io voglio dare un seguito al suo percorso. La mafia la rompi solo da dentro”: storia del figlio di un pentito di mafia.
      Giuseppe Cimarosa
    • Noi non ci stiamo

      Il rapporto tra mafie, donne e nonviolenza: una lettura differente del contesto mafioso e un’originale capacità di trasformarlo.
      Rossella Caleca e Gisella Modica
    • La cura degli spazi

      La costruzione di comunità di apprendimento come opportunità alternativa agli schemi educativi della pedagogia mafiosa: l’esempio dell’orto sociale.
      Filippo Gravagno e Giusy Pappalardo

    Ultimo numero

    Mediterraneo arca di pace?
    GENNAIO 2020

    Mediterraneo arca di pace?

    Un numero speciale, monografico,
    in occasione dell'incontro su
    "Mediterraneo, frontiera di pace",
    organizzato dalla Cei a Bari in febbraio 2020,
    e nello sfondo del messaggio di papa Francesco
    per la Giornata mondiale della Pace,
    "La pace come cammino di speranza:
    dialogo, riconciliazione e conversione ecologica".
    Mosaico di paceMosaico di paceMosaico di pace

    Ultimi Articoli

    • Quando si erode una comunità

      17 gennaio 2020 - Tonio Dell'Olio
    • Pace nel Mediterraneo
      PUGLIA, ARCA DI PACE

      Pace nel Mediterraneo

      L’arco dei forti si è spezzato? Dal documento dei vescovi della metropolia di Bari del 1988 a noi.
      In attesa dell’incontro tra papa Francesco e i vescovi del Mediterraneo, ricordiamo la forte denuncia di allora per confermare scelte di disarmo e di nonviolenza oggi.
      Mons. Giovanni Ricchiuti (Presidente di Pax Christi Italia, vescovo di Altamura-Gravina-Acquaviva delle Fonti )
    • Il paese dei curdi
      SOLUZIONE NONVIOLENTA DEI CONFLITTI

      Il paese dei curdi

      Chi sono? Quali origini hanno le richieste di autonomia curda?
      Quali violazioni dei diritti sono state compiute?
      Laura Filios (Osservatorio Diritti (www.osservatoriodiritti.it))
    • Occhi di donna
      CONVERSIONE ECOLOGICA

      Occhi di donna

      Laudato Si’ al femminile. Servono nuovi sguardi, cammini creativi per uno sviluppo integrale, che includa armoniosamente ogni persona.
      Paola Cavallari (Osservatorio interreligioso sulle violenze sulle donne - https://www.oivd.it)
    Realizzato da Off.ed comunicazione con PhPeace 2.6.31